giovedì 6 febbraio 2014

WHITE DWARF 01 - IMPRESSIONI

Buon salve a tutti quanti uorgheimers,
come saprete, dato che ne hanno parlato tutti i siti del mondo che trattano della nostra passione in miniatura, la rivista della Games Workshop, il mitico White Dwarf, ha cambiato veste, periodicità, modalità, ha cambiato alcune cose. Sabato scorso usciva nel nostro piccolo negozio di modellismo, come in tutto il resto del globo, il primo numero del nuovo White Dwarf settimanale. 


Sono andato a prenderlo perchè ero curioso, e soprattutto perchè, avendo iniziato da relativamente poco ad appassionarmi ai uorgheims, non avevo mai preso in considerazione riviste o altro. Il numero uno di questo nuovo corso di White Dwarf mi sembrava un buon punto di inizio.
Il giudizio complessivo su questa rivista è positivo. Ovviamente non tutto mi ha colpito od affascinato, non tutto mi ha interessato, ma nel complesso il giudizio è positivo. Vediamo cosa ho trovato positivo:

  • sicuramente l'uscita dei nuovi modelli dei nani ha contribuito a rendere piacevole la rivista: le immagini inserite e le considerazioni sui Martellatori, sono molto belle. Vi segnalo: gli spallacci di questi modelli, gli elmi e i martelloni a due mani. Tutti molto nanici, dettagli runici, gemme. Tutto molto molto nanico. Credo che i designer abbiano fatto davvero un gran lavoro. Che dire poi dei Barbalunga? Modelli bellissimi. Di questi modelli vi segnalo lo stesso componente che ha colpito Adam Thorke: gli scudi di questi modelli sono assolutamente meravigliosi! Nanici a dir poco. Vi agevolo qui sotto alcune immagini. Rifatevi gli occhi.






  • Parliamo poi dei due modelli singoli usciti: Belegar Magliodiferro e lo Sventradraghi. Il modello di Belegar è davvero bello (solo non mi è piaciuto lo stendardo che svetta dietro di lui). Bellissimo l'elmo che nasconde anche gli occhi. La posa è davvero imponente! Mi piacciono poi molto i baffoni lunghi! Per quanto riguarda invece lo Sventradraghi, non ho apprezzato molto la posa della scultura. Non so, ha qualcosa di non realistico. Eccessivamente dinamico in quella posa... per un nano!


  • La rubrica PaintSplatter non mi è dispiaciuta. Vengono riportati alcuni consigli per la pittura dei nuovi nani che mi sono parsi interessanti.
  • La rubrica Sprues and Glues può diventare utile, soprattutto per quelli come me che sono all'inizio o relativamente all'inizio. Due consigli utili che ho trovato? Il primo: le superfici dei modelli che vanno unite l'una con l'altra ed incolate, sarebbe sempre meglio, cartavetrarle un poco (senza rovinarle rimuovendo troppo materiale). La rimozione di una leggera patina superficiale di plastica, rende adeguatamente ruvide le due superfici e questo migliora la presa delle stesse, l'una sull'altra. Il secondo: mettere la colla sempre su entrambi le parti che vanno unite, e sopratutto, lasciare le due parti con la colla, non ancora unite, all'aria per alcuni istanti, lasciando che questa indurisca leggermente, agevola la resa della stessa.
  • The rules è una rubrica utile. In questo numero vengono presentate le regole di Belegar Magliodiferro ed alcuni consigli su come utilizzarlo tatticamente in battaglia.
  • Designer Notes mi ha svelato alcune curiosità. In questa rubrica i designer dei nuovi nani Martellatori e Barbelunghe svelano alcuni particolari e idee che li hanno ispirati nella realizzazione di questi modelli.
  • Altra rubrica piaciuta, ma un poco sacrificata, perchè gli hanno dedicato solo un trafiletto, è Codex - Apocrypha. Vengono riportate alcune note di background del mondo di Warhammer. In questo numero di parla di alcolici. Come dicevo le note sono poche, ma le ho trovate interessanti.
Queste erano le mie impressioni su questo numero. Voi lo avete letto? Cosa ne pensate?
Esistono altre riviste che trattano di Uorgheims?E di Uorgheims Fantasy?

Ciao a tutti ed al prossimo incontro!
LoShAmAnO

Nessun commento:

Posta un commento